Cetraro e le sue invasionidigitali

Nella settimana tra il 20 e il 28 Aprile in tutte le regioni italiane sono state organizzate le invasionidigitali. Il progetto è stato ideato da Fabrizio Todisco in collaborazione con la Rete di travel blogger italiani di #iofacciorete, Officina turistica, Instagramers italia e l’Associazione nazionale piccoli musei. Lo scorso 23 Aprile Viagando.com  ha organizzato la sua invasione in stretta collaborazione con la società cooperativa Caster nell’antica città dei Brettii: Cetraro (CS).

Grazie alle preziose guide: Luigi Angelo Orsino, responsabile del Museo e Presidente della cooperativa; Filomena Tripicchio responsabile dell’accoglienza del Museo e Giusy De Rose siamo partiti alla scoperta del nostro tour delle invasionidigitali “belle arti del passato”.

palazzo del trono cetraro


biblioteca comunale cetraro

Ritrovo presso il Palazzo del Trono, antica residenza signorile di sobria ed elegante architettura. Dopo i saluti dal team di Viagando e l’introduzione curata dall’Assessore alla Cultura Fabio Angilica, che ringrazio per l’aiuto dimostratomi, siamo partiti alla scoperta dei tesori che esso custodisce.

Riapre al pubblico, la Biblioteca fondata nel 1963 con le sue oltre 10.000 copie tra cui numerosi fondi speciali. La ricatologazione è stata curata dalla Società cooperativa Caster. A seguito del rilascio della tessera personale, l’utente può richiedere il prestito bibliotecario. Siamo passati alla sezione Cartografica. Una sezione molto caratteristica in quanto ti permette di vedere la trasformazione subìta in Italia e in particolar modo nel museo cartografico cetraroMeridione.

Presente la carta sismica realizzata da Padre Eliseo della Concezione in seguito al terremoto del 1783.

Dopo la visita ai plastici delle chiese più antiche di Cetraro e al Centro Congressi siamo passati alla 20130423_170930 tomba del guerriero museo dei brettisezione del Museo dei Brettii. Gli storici antichi (Strabone, Diodoro Siculo, Giustino) testimoniano la comparsa di questo popolo intorno alla metà del IV secolo a.C., che si andava espandendo  nell’area centro-settentrionale della Calabria ai danni delle colonie greche esistenti. Grazie alle ricerche archeologiche effettuate, è stato possibile rinvenire nel territorio cetrarese, un piccolo nucleo di necropoli e quattro strutture abitative, esattamente nella località Treselle, in cui è stata ritrovata la tomba del guerriero, che rappresenta sicuramente il pezzo da novanta del Museo dei Bretti. Siamo passati successivamente alla sezione del Mare, che espone anfore greco-romane e medioevali rinvenute dai fondali del tirreno cosentino e alcuni modellini in scala di navi antiche. Inoltre vi è un piccolo angolo riservato agli amanti del jazz!

museo arti e mestieri cetraro

Dopo la visita alla Chiesa di San Benedetto siamo passati al Museo arti e mestieri nel cuore del centro storico cetrarese. Successivamente visita alle chiese di S.Giuseppe e S. Nicola. E dopo una passeggiata nelle viuzze più belle del centro siamo ritornati alla base per dichiarare con piacere che la nostra invasione è stata compiuta!

#invasionidigitali #cetraroLa scelta di Cetraro come luogo per l’invasione non è stata del tutto casuale. Rappresenta la mia terra, la voglia di crescita per molti giovani come me, che investono tempo e voglia nella cultura e nel turismo. Vorrei citare una frase del Dott. Giancarlo Dall’ AraPerché una destinazione sia un luogo accogliente i primi turisti devono essere i residenti” ed io credo di praticare questa cosa da sempre. Perchè ogni giorno vedo il paese, il mio mare, mi sento in vacanza e lo amo come se fosse la prima volta che l’incontrassi. Avrei preferito veder molte più persone, chi per impegni chi per pigrizia ha preferito rimanere magari davanti una TV. Un immenso grazie và a chi ha condiviso con noi questa esperienza, speriamo il primo di una lunga serie. Grazie di cuore a tutti.

Anche l’invasore Andrea Infusino ci mostra il suo fotoracconto per vederlo clicca qui. Ovviamente tutte le altre foto sono disponibili sulla nostra pagina facebook cliccando qui.

Author: Adelina Guaglianone

Non a caso il mio nome fa rima con adrenalina. Negli ultimi anni la passione per lo sport e il "non convenzionale" hanno ridimensionato le mie scelte di viaggio. Prediligo l'unione tra viaggio e avventura.

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>